Frutta e Verdura 3

CONSUMO

• è preferibile consumare verdure e frutta crude, dopo averle lavate, la cottura infatti provoca la perdita di vitamine e sali minerali.

Tuttavia in molti casi cuocere i vegetali rende più accattivante l’uso di alcune verdure che altrimenti rimarrebbero poco utilizzate penalizzando la varietà delle scelte alimentari;

• privilegiare la cottura a vapore o la cottura alla griglia che permettono di ridurre al minimo la perdita di vitamine e di sapore;

• evitare la bollitura delle verdure specie se è prolungata, perché provoca un’importante perdita di vitamine e sali minerali che in parte si trasferiscono nell’acqua di cottura. Per ridurre il più possibile i danni è preferibile utilizzare la minor quantità di acqua possibile e riutilizzare la stessa per altre preparazioni, oltre che

mettere le verdure in pentola solo quando l’acqua bolle mantenendole possibilmente al dente.

da articolo in Bergamo Artigiana (Confartigianato) http://www.pointart.it/3198.pdf

PERCHÉ FA BENE ALLA TUA SALUTE

I prodotti di stagione, quelli coltivati in Italia, impiegano molto poco ad arrivare sulle nostre tavole e mantengono, quindi, un contenuto più elevato di vitamine rispetto ai prodotti che, provenienti dall’estero,

devono fare molta strada prima di raggiungerci. Il contenuto di vitamine, infatti, non rimane sempre invariato

e si riduce con il tempo durante il trasporto; quindi più lontani siamo dalla raccolta, meno vitamine

conterranno i prodotti che mangiamo. L’Italia è l’unico tra i paesi europei che garantisce prodotti con residui chimici da fitofarmaci di gran lunga sotto i limiti fissati dalla Comunità Europea (Relazione annuale sui pesticidi dell’Efsa 12 marzo 2013). Per questo motivo è importante scegliere cibi locali, vicini, conosciuti e italiani.

da articolo in Bergamo Artigiana (Confartigianato) http://www.pointart.it/3198.pdf

Frutta e VerduraFrutti di Bosco

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn